Ottobre 1, 2022

Rolls-Royce lancia un programma di progettazione per i clienti con auto a forma di barca

La casa automobilistica ha iniziato la realizzazione di tre veicoli su misura che presentano lo stile di uno yacht

Rolls-Royce ha svelato il suo programma “Carrozzeria” che consentirà ad alcuni clienti privilegiati di commissionare un’auto propria.

“Abbiamo visto molti clienti avvicinarsi a noi chiedendo se potevano fare qualcosa di [unico]”, ha detto il CEO di Rolls-Royce, Torsten Müller-Ötvös. “Non è [Rolls-Royce] proporre idee, e poi il cliente le compra. Coachbuild nella sua forma più vera è che il cliente arriva, ci dice che tipo di corpo vorrebbe vedere e noi lo facciamo. Questo è ciò che è sta accadendo qui. “

La casa automobilistica sta avviando il programma realizzando tre singole auto in uno stile che chiamano Rolls-Royce Boat Tail. Ciascuno è stato costruito su misura come un modello a quattro posti all’aperto con una parte posteriore progettata per evocare il ponte di uno yacht J Class, una barca da regata a un albero come quelle utilizzate nella Coppa America. (Viene fornito anche un tettuccio rigido per guidare in caso di maltempo.)

I Boat Tails sono stati chiamati e ispirati da una tendenza negli anni ’20 e ’30, in cui Rolls-Royce ha innestato quello che sembrava lo scafo di uno yacht su un telaio, sebbene quel precedente non abbia risparmiato esattamente il tempo all’azienda nel realizzare quelli moderni. Le tre vetture hanno richiesto quattro anni di progettazione e costruzione, con 1.813 nuovi componenti.

L’introduzione del programma su misura arriva quando il marchio di ultralusso ha visto i guadagni del primo trimestre aumentare del 61 percento e registrare le consegne trimestrali.

Il nuovo Boat Tail

Un cliente che possedeva uno dei Boat Tail originali di quasi un secolo fa ha ispirato gli altri due acquirenti dei nuovi durante una sessione di brainstorming.

“Ha sempre sognato come trasformare quel veicolo nel futuro”, ha detto Müller-Ötvös. “Gli altri erano piuttosto incuriositi da quell’idea, quindi abbiamo concordato abbastanza rapidamente,” Va bene, andiamo per un’idea di Boat Tail “. Il nostro designer ha affilato la sua matita e ha iniziato a elaborare alcune idee, e da lì è andata”.

La prima delle moderne Boat Tails, in una tonalità blu la cui nomenclatura specifica è nota solo al cliente e alla Rolls-Royce, ha un ponte posteriore che si apre come ali di farfalla per rivelare piccoli tavolini da picnic e un parasole.

“L’idea è nata da cene all’aperto, sontuosi picnic, atmosfera. … L’idea di queste ali di farfalla, che si aprono dolcemente, è nata da Alex [Innes], devo dire, ed è stata molto amata dal clienti immediatamente. ” Innes è il capo del programma Coachbuild di Rolls-Royce.

Ogni auto è unica per colorazione, linee di assetto, decorazioni interne e richieste specifiche. Altri dettagli di base potrebbero essere familiari a coloro che possiedono già autobus Rolls-Royce su misura: un frigorifero per contenere bottiglie di champagne raffreddate a 6°C, ad esempio, e un vano portaoggetti in alluminio e pelle delle dimensioni di una penna speciale. Rolls-Royce e Bovet 1822 hanno anche sviluppato due esclusivi segnatempo reversibili per lui e per lei che possono essere indossati o conservati all’interno del Boat Tail come orologio di bordo.

Rolls-Royce ha dato il via all’idea di un moderno programma una tantum con il proof-of-concept Sweptail nel 2017, un’auto che ha fatto il suo debutto al Concours d’Elegance Villa d’Este vicino al Lago di Como, che è stato ampiamente considerato come il più costosa nuova automobile nel mondo. Era stato commissionato nel 2013 su richiesta di uno specialista di superyacht e aeromobili.

“Sweptail ha suscitato molto interesse per il mercato”, ha detto Müller-Ötvös. “Quindi, abbiamo visto molti clienti che si sono rivolti a noi chiedendoci se potevano fare qualcosa”.

Alla domanda sul profitto per un progetto che richiede un lavoro manuale così intenso, Müller-Ötvös ha rifiutato di specificare un margine. “Non entrerei mai in azienda in qualcosa che non sia redditizio, state tranquilli. Ovviamente, è anche molto stimolante per il marchio, ma non è un investimento in cui lo facciamo solo per il marchio. Lo facciamo anche per scopi commerciali. motivi.”

La personalizzazione non si estende a sotto il cofano, almeno per ora. La Boat Tail ha lo stesso motore V-12 da 6,75 litri di Phantom, Cullinan e Ghost. Nessuno ha chiesto niente di diverso, Müller-Ötvös ha detto: “Il motore è un fantastico motore Rolls-Royce con abbastanza potenza. Non è mai uscito per un solo minuto, per apportare modifiche al motore”.

Inoltre Müller-Ötvös non esclude che futuri esempi del programma Coachbuild un giorno saranno alimentati da motori o carburanti alternativi.
“Non lo metterei fuori legge un giorno, ma non è proprio questo il punto – il punto è molto nel corpo”, ha detto. “Non so se uscirà in futuro, ma perché? La potenza è sufficiente” nel motore V-12. 

Un precedente storico

Rolls-Royce ha inviato da tempo la maggior parte delle sue auto dalla fabbrica con alti livelli di personalizzazione e opzioni su ordinazione, a partire da una scelta di 44.000 colori di vernice. Le commissioni sono aumentate di anno in anno da quando la produzione moderna su misura è iniziata a Goodwood nel 2003, secondo la società. Nel primo trimestre del 2021, ogni veicolo costruito da Rolls-Royce nell’intera famiglia di modelli includeva elementi su misura, ha affermato in una dichiarazione scritta.

L’azienda ha aperto la strada alla strategia del modello “costruito in pullman” un secolo prima con icone uniche come la Rolls-Royce 40/50HP Phantom I Brougham De Ville del 1926, che ha ricreato l’atmosfera rococò di un salone della Reggia di Versailles con impiallacciature in legno satinato lucido, arazzi Aubusson e un soffitto dipinto ispirato a una portantina di proprietà di Maria Antonietta. Fu costruito per Clarence Warren Gasque, un uomo d’affari americano di origini francesi che all’epoca viveva a Londra.

Seguirono la Rolls-Royce 17EX del 1928, che poteva raggiungere la sorprendente velocità di 90 mph (145 km / h), e la Phantom II Continental Drophead Coupé del 1934. Nel 1972 la Phantom VI, famosa per i suoi tavoli da picnic in noce burlato e per i sedili “fungo” che si agganciavano ai paraurti anteriori, divenne l’ultimo modello Rolls-Royce costruito nel vecchio modo su ordinazione.

Molte delle più significative auto costruite da carrozze valgono somme di sei e sette cifre. A giugno, una Rolls-Royce Phantom II Special del 1933 sarà offerta con un prezzo stimato da 1,3 milioni di franchi svizzeri a 1,75 milioni di franchi svizzeri (da 1,45 milioni a 1,95 milioni di dollari) in un’asta a Lichtenstein.

Gli acquirenti

Müller-Ötvös ha rifiutato di nominare gli acquirenti e il prezzo della nuova serie Coachbuild, anche se ha affermato di conoscere personalmente i tre clienti da “molto, molto tempo”.

“C’è un’idea per riunirli un giorno, ma sono diffusi in tutto il mondo”, ha detto. “Tutti e tre si godono la vita. Amano festeggiare. E quando vedi cosa puoi fare con l’auto, è piuttosto celebrativo. Possono accadere incredibili esperienze di picnic e cene, questa è un’idea”.

Nel frattempo, il prossimo lotto di auto Rolls-Royce Coachbuild è già in fase di pianificazione, con assegnazioni disponibili solo su invito – personalmente esteso dallo stesso CEO. 

“Per noi, è il gioiello in cima a tutto, il vero apice del nostro intero modello di business in Rolls-Royce Motor Cars, e per questo motivo deve rimanere super raro”, ha detto Müller-Ötvös. “Non siamo in alcun modo tentati qui di approfondire sempre di più. Ciò svaluterebbe l’intera faccenda.”